Trekking senza ingombro nella
Lapponia finlandese

Provate l'ultima tendenza lappone in fatto di viaggi avventurosi. Vagate nelle terre selvagge semplicemente con uno zaino in spalla. La maggior parte dell'attrezzatura verrà trasportata direttamente al vostro alloggio.

 

Testo di Fran Weaver.
Foto di Tim Bird.

La cima senza alberi di Keimiötunturi Fell offre superbe vedute panoramiche sulle foreste incontaminate e sui laghi lucenti della Lapponia. Il caledoscopio di colori, noto in finlandese come ruska, che ogni anno illumina la Lapponia in autunno è visibile agli inizi di settembre, il che fa sì che questo sia uno dei periodi migliori per visitare la landa selvaggia più grande d'Europa.

Rifugi aperti a tutti e luoghi per fare il falò con forniture di legna da ardere sono situati in punti specifici dei percorsi da trekking più amati della Lapponia.

Gli escursionisti che desiderano scalare gli alti pendii della Lapponia in genere portano con sé tutto ciò che hanno, salendo a fatica come delle tartarughe giganti con il peso di enormi zaini, tende pesanti, attrezzature da cucina e scorte di cibo disidratato da campeggio poco appetitoso. Ora gli escursionisti hanno finalmente la possibilità di viaggiare leggeri, grazie al metodo "Village to Village", utilizzato dalle imprese locali per fornire pacchetti di tour agli amanti dei grandi spazi aperti che tuttavia apprezzano anche trascorrere delle notti confortevoli e assaporare la migliore cucina locale.

"Al giorno d'oggi c'è ancora chi ama fare lunghi viaggi a piedi, ma non è così appassionato da voler trasportare sempre tutta l'attrezzatura", afferma la guida naturalistica Hannu Rauhala.

Dopo una lunga giornata di escursione

Il nostro "trekking senza ingombro" ci guida tra le colline del parco nazionale Pallas-Yllästunturi, 200 chilometri a nord del Circolo Polare Artico e a 1 ora d'auto dall'aeroporto di Kittilä. Il fulcro di questo parco dalla forma allungata è una catena di pendii da 90 chilometri, delimitata da boschi naturali incontaminati e da laghi blu.

"Il parco nazionale di Pallas-Yllästunturi è l'ideale per le escursioni di trekking di più giorni. I piccoli villaggi appena fuori dal parco dispongono di una rete di hotel e bed-and-breakfast opportunamente distanziati per consentire agli escursionisti di godersi le lunghe passeggiate giornaliere da 15 a 25 chilometri", spiega Rauhala.

Dove si va ora? La chiara segnaletica delle rotte "Village to Village" semplifica l'orientamento.

"Quando si viaggia di alloggio in alloggio è possibile gustare del buon cibo, incontrare la gente del posto e ascoltare le loro storie - particolarmente importante per i visitatori stranieri. La possibilità di vivere nel comfort, di assaporare le specialità locali e di vivere la natura, la luce e il silenzio della Lapponia risulta particolarmente appetibile per chi proviene dall'Europa Centrale, nonché per molti giovani finlandesi", afferma.

Felltrek, l'azienda di Rauhala, è uno dei principali collegamenti della catena "Village to Village" e offre attività guidate all'aperto e sistemazioni accoglienti in una fattoria a gestione familiare accanto al lago Jerisjärvi. Grande punto a favore dell'azienda è Anne Paaso, moglie di Rauhala e ottimo cuoco, come scopriamo al ritorno dalla nostra gita sul Keimiötunturi ritrovandoci a gustare pesce fresco, frutti di bosco e funghi.

Le scorte di cibo per l'escursione giornaliera entrano senza problemi in uno zainetto portatile.

Escursionisti di triathlon

I nostri commensali sono quattro coraggiosi viaggiatori provenienti dalla Germania e dal Belgio, impegnati in un'avventura all'insegna del triathlon in Lapponia con due giorni di trekking, due giorni di escursioni in bicicletta e due giorni di canoa. "È stato fantastico provare tre diverse attività in questi luoghi naturali selvaggi", afferma Siegfried Thiel di Wittenberg, città nella parte orientale della Germania. "Abbiamo particolarmente apprezzato il ciclismo sulle strade completamente sgombere da traffico e la pace e la tranquillità della Lapponia".

Per la nostra successiva giornata di escursione abbiamo fatto gruppo con degli ospiti svizzeri che si descrivono come dei fanatici della Lapponia. "Questi pendii rocciosi sono molto diversi dalle nostre Alpi", afferma David Perniceni. "Siamo stati qui diverse volte per dei tour di trekking sugli sci e abbiamo scoperto di poter trovare neve per tutto l'inverno in questi territori; questa è la prima volta che ci siamo trovati senza neve. Il senso degli ampi spazi deserti della Lapponia è sempre lo stesso, ma i colori del paesaggio sono veramente belli in questo momento dell'anno", afferma.

Durante un pranzo al picnic in un vecchio rifugio per renne, Hannu Rauhala spiega come il metodo "Village to Village" aiuti le aziende lapponi ad attirare i visitatori e a scoprire i servizi locali offerti al di fuori del Natale e delle stagioni sciistiche. "Agosto e settembre sono senza dubbio i mesi migliori per delle escursioni di trekking in questi luoghi", afferma.

Le colline del parco nazionale di Pallas-Yllästunturi offrono splendidi panorami autunnali su foreste colorate e laghi incantevoli.

L'aria più pulita d'Europa

Gli escursionisti possono scegliere di utilizzare una guida o di trovare la strada utilizzando mappe dettagliate. Per la nostra prossima giornata di escursione, Rauhala ci invita a visitare le colline di Pallastunturi, assicurandoci che i sentieri sono ben segnalati, anche nelle parti più remote dei pendii.

Sul nostro percorso tra colline colorate e valli avvistiamo la fauna artica: gufi, pernici bianche, zigoli delle nevi e altre renne. La ventosa vetta di Taivaskero, la più alta del parco con i suoi 807 metri d'altezza, vanta un monumento che ricorda di quando nel luglio del 1952 la fiamma olimpica venne accesa con i raggi del sole di mezzanotte. La fiamma è stata portata da più di mille staffettisti per tutta la Finlandia in occasione dei giochi di Helsinki, tenutisi nell'estate dello stesso anno.

Tiriamo fuori il nostro pranzo al sacco in un rifugio dalla forma di lavvu a Rihmakuru, affacciato su una valle boscosa. L'escursionismo mette sete e per placarla riempiamo le nostre bottiglie con l'acqua del torrente sotto al rifugio. L'acqua cristallina e limpida di questi torrenti di montagna è sufficientemente pulita da essere potabile. I dati della stazione meteorologica sulla sommità del vicino colle di Sammaltunturi ci dicono che l'aria di questa parte della Lapponia finlandese è la più pulita d'Europa.

Una dolce ricompensa

Seguendo il sentiero lungo la catena di colline tra Pallas e Hetta, raggiungiamo un'imponente nuova baita in legno a Nammalakuru. La metà della baita può essere prenotata da gruppi, l'altra metà è invece aperta a tutti; chiunque è libero di entrarvi e di dormire sulle sue piattaforme in legno grezzo. Tra gli altri servizi: stufa a legna, fornello a gas e wc a secco.

I servizi gratuiti offerti dal Metsähallitus, l'associazione responsabile dei parchi e delle aree selvagge della Lapponia, consente agli escursionisti più robusti di fare trekking tra le aree selvagge del territorio e di trascorrere la notte in semplici capanne lungo la strada. Un gruppo di escursionisti sta facendo una grigliata di salsicce attorno a un falò e di stabilirsi qui per la notte - sembrano contenti di aver abbandonato i loro pesantissimi zaini.

Anziché fermarci nella baita assieme agli altri escursionisti sudati, prendiamo un sentiero che scende fino al villaggio di Raattama. I nostri alloggi presso la fattoria di renne Porotilamajoitus Autto sono su un argine del fiume Ounasjoki. Dopo la scorpacciata delle generose porzioni di stufato tradizionale di renna e dei gustosi coregoni, resta solo il tempo per una breve gita in canoa lungo il fiume prima del tramonto.

Con Felltrek, Hannu Rauhala consente agli escursionisti "Village to Village" di scegliere una vista panoramica per loro prossimo il pernottamento.

Dopo una sauna rilassante siamo usciti nuovamente dai nostri accoglienti alloggi per osservare il cielo notturno. Le stelle brillano, la temperatura è calata e si prevede ghiaccio nella notte. Guardando le ombre scure delle colline non invidiamo di certo gli escursionisti accampati lì fuori.

Nel primo luogo di interesse del nostro viaggio ci siamo ritrovati completamente soli, fatta eccezione per un piccolo branco di timide renne.

Giornate impegnative, notti confortevoli

Una crescente rete di fornitori di servizi consente ora di vagare per le terre selvagge e ventose della Lapponia occidentale di giorno con uno zaino leggero e di godere ogni sera di un comodo letto e di una cucina casalinga negli alloggi locali.

  • I pacchetti "Village to Village" offrono un nuovo modo di godersi le escursioni di più giorni sui pendii selvaggi e nelle foreste del parco nazionale di Pallas-Yllästunturim, nella Lapponia finlandese, con pernottamenti in confortevoli alloggi e senza bisogno di portare con sé ogni giorno tutti gli oggetti personali.
  • I tour con escursioni a piedi su misura, gite in bicicletta e giri in canoa, inclusi i pacchetti "Village to Village" per esplorare il parco nazionale di Pallas-Yllästunturi, sono offerti da agenzie come Felltrek, Feel the Nature e Natura Magister.
  • Le escursioni di gruppo promosse da Safartica, con guida Lapland Classic e tour da 3 a 6 giorni, hanno luogo ogni anno nei mesi di agosto e settembre.

Questo articolo è stato pubblicato per la prima volta a settembre 2015 all'interno di Blue Wings, la rivista di volo mensile di Finnair.